Visitatori
309617
Comune
Tipo
Prezzo
Agenzia
Musei

Museo Audiovisivo della Resistenza
Il Museo della Resistenza propone un percorso che unisce alla narrazione di momenti tragici e decisivi per la libertà e la democrazia dell'Italia, le immagini che di quegli eventi ci sono rimaste, e costituisce un luogo dove la memoria dei testimoni incontra il visitatore, invitandolo ad interagire con racconti, fotografie e filmati. 
Indirizzo: via le Prate 12 - Fosdinovo (MS)

Antico mulino di Arlia
L'antico mulino ad acqua si trova nel piccolo borgo di Arlia, poco lontano da Fivizzano: con le sue tre macine per le castagne, il grano ed il granturco, fu in uso certamente dal XIX secolo e sino al 1968 servì le comunità limitrofe. La Comunità Montana della Lunigiana lo ha completamente restaurato ed ha reso di nuovo funzionante il suo meccanismo idraulico; nel locale usato in origine come magazzino è allestita una mostra con pannelli didattici sui mulini della Lunigiana. 
Indirizzo: Legambiente/Coop. l'Ospitale - Fivizzano, località Arlia

Museo del Territorio dell'alta Valle dell'Aulella
Il museo documenta l'insediamento umano nel territorio orientale della Lunigiana, seguendo gli stadi evolutivi dal Paleolitico all'Età del Ferro: i reperti provengono da Casola in Lunigiana e da altre località del territorio.
Indirizzo: via IV novembre 105 - Casola in Lunigiana (MS)

Museo della stampa di " Jacopo da Fivizzano "
Il Museo di Fivizzano va oltre la stampa, infatti contiene manoscritti dall'XI al XV secolo, incunabuli di Jacopo da Fivizzano e di altri stampatori suoi contemporanei, vedute xilografiche antiche dei primi luoghi di stampa in Italia, tipografia, litografia e stampa su seta, oltre a caratteri tipografici in legno, prototipi di macchine per scrivere, rilegature antiche e moderne, ferri antichi per impressioni in oro e a freddo, una scuola di restauro e strumenti antichi per stampare e rilegare testi.
Indirizzo: Palazzo Fantoni Bononi, via Labindo 6 - Fivizzano (MS)  

Museo delle grotte " Augusto Cesare Ambrosi "
Il Museo si compone di due parti collegate tra loro, una esposizione naturalistica del complesso dell'ambiente in cui si aprono le grotte di Equi Terme ed una esposizione che tratta dell'insediamento umano del Paleolitico sino all'Eneolitico, quando si verificò una importante utilizzazione umana delle grotte descritta attraverso pannelli didattici che presentano la vita dell'uomo e degli animali che furono in relazione con lui, tra cui l'orso delle caverne.
Indirizzo: via della Buca - Fivizzano, località Equi Terme

Museo delle Statue Stele lunigianesi
Il Museo delle Statue Stele lunigianesi ha sede presso il castello del Piagnaro, che sorge su uno sperone del Monte Molinatico e sovrasta l'abitato medievale di Pontremoli: conserva vari reperti archeologici tra i quali un notevole gruppo di statue stele lunigianesi, tipiche sculture funerarie risalenti ad un periodo che va dall'età del bronzo al V secolo a.C.
Indirizzo: castello del Piagnaro - Pontremoli (MS)

Ecomuseo della Montagna Lunigianese
L'Ecomuseo della Montagna Lunigianese è un sistema di organizzazione dei siti di interesse naturalistico, storico, architettonico ed artistico del territorio del comune di Fivizzano (ed in parte in quello di Casola in Lunigiana). Si struttura in nove itinerari tematici visibili solo ed esclusivamente su prenotazione:
  • Itinerario preistorico: i primi segni dell'uomo
  • Itinerario storico: la pietra
  • Itinerario storico: Fivizzano, Città Nobile
  • L'economia e l'archeologia industriale
  • Il romanico e l'arte medievale
  • Itinerario storico antropologico: il castagno
  • Itinerario umano: la memoria delle stragi nazifasciste
  • Itinerario del paesaggio agrario e dell'agricoltura
  • Itinerario naturalistico: le vie dell'acqua
 Indirizzo: piazza Garibaldi 10 - Fivizzano (MS) 

Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana
Il Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana, il primo nel suo genere ed uno dei pochi esistenti in Italia, propone assieme a Regione Toscana, Comunità Montana, Provincia di Massa Carrara ed il Comune di Mulazzo, un progetto per la ricerca, la salvaguardia e la valorizzazione di un fenomeno importante come l'emigrazione: è stato curato dal Centro di Documentazione dell'Emigrazione Lunigianese ed Apuana, attivo da alcuni anni presso la Comunità Montana della Lunigiana, ma la sua valenza andrà ben oltre i confini locali per assumere i connotati di struttura regionale.
Indirizzo: castello di Lusuolo - Mulazzo (MS)

Museo Etnografico della Lunigiana
Il Museo Etnografico della Lunigiana è stato istituito nel 1977 per iniziativa dell'Associazione M. Giuliani per le ricerche storiche ed etnografiche: raccoglie attrezzi agricoli e pastorali, strumenti artigianali, materiali d'uso comune e domestico, oggetti magico-protettivi e di devozione provenienti dal territorio ed organizzati per tematiche e cicli produttivi. Particolarmente significativa è la sede del museo ospitata negli edifici dei mulini trecenteschi della Comunità di Villafranca.
Indirizzo: via dei Mulini 71 - Villafranca in Lunigiana (MS)

Museo del Lavoro nella Valle del Lucido
Il Museo del Lavoro di Monzone è dedicato ai lavoratori della Valle del Lucido ed allo sviluppo industriale da loro animato grazie alle cave di marmo, alle segherie, alle fornaci di calce, ai trasporti: è stato allestito nella Stazione ferroviaria di Monzone e vi si possono ammirare le straordinarie gigantografie di Ilario Bessi (cui il Museo è dedicato), modellini plastici, oggetti parlanti e filmati d'epoca. Il museo documenta il passaggio dall'agricoltura all'economia industriale, evidenziandone le conseguenze storiche e culturali; al suo interno è ricostruita inoltre la teleferica del Balzone, la più grande al mondo.
Indirizzo: Stazione ferroviaria di Monzone - Fivizzano (MS) 

Museo di Storia Naturale della Lunigiana
Il Museo, istituito nel 1981 per iniziativa del Comune di Aulla, ha sede nella Fortezza della Brunella, imponente edificio militare di architettura rinascimentale della prima metà del Cinquecento; l'esposizione si propone di favorire la divulgazione delle scienze naturali e la conoscenza degli aspetti naturalistici del territorio e si articola in tre collezioni: botanica, zoologica e mineralogica. Comprende infatti una notevole collezione botanica, esemplari imbalsamati di mammiferi, uccelli, rettili ed anfibi conservati in liquido, una raccolta entomologica con esemplari di farfalle diurne e notturne, esemplari di rocce levigate o lavorate in funzione didattica, ed inoltre vi troviamo frammenti fossili di una zanna di mastodonte, provenienti dalla zona di Pontremoli.
Indirizzo: Fortezza della Brunella - Aulla (MS)  

Museo di San Caprasio
Il Museo di San Caprasio accoglie i ritrovamenti dei più recenti scavi archeologici nell' Abbazia di San Caprasio: in particolare gli scavi hanno portato alla luce la monumentale tomba del Santo contenente un rarissimo reliquiario in stucco, protetto da lastre di marmo sormontate da una copertura in tufo.
Indirizzo: piazza Abbazia - Aulla (MS) 

Museo Archeologico di Luni
Fiorente colonia romana del II secolo a. C., Luni è stata il porto romano del marmo sino al tardo impero. Nel complesso del Museo e della prospiciente zona archeologica, sono presenti moltissimi reperti, quali statue, vasellame domestico, vetri, monete, sezioni di architettura sacra dedicata al Capitolium, al santuario della dea Luna, al Grande Tempio ed al tempio di Diana, una sezione epigrafica con iscrizioni pubbliche e private di Luni antica ed una sezione sull'edilizia privata dedicata alle domus lunensi.
Indirizzo: via San Pero 39 - Ortonovo, località Luni  

Museo Etnografico di Ortonovo
Il Museo Etnografico è costituito da una raccolta di circa tremila oggetti tipici della civiltà contadina del territorio: ha sede nell'antico edificio del Frantoio costruito alla metà del secolo scorso sopra una struttura preesistente del XVI secolo. Il percorso museale è articolato nei due piani dell'opificio ed illustra, attraverso oggetti, schede, fotografie, gli antichi mestieri, dalla coltivazione alla raccolta, dal trasporto alla lavorazione dei prodotti agricoli. Particolarmente interessante è il ciclo della produzione dell'olio, mirabilmente illustrato dalla struttura stessa dell'edificio, appunto un frantoio azionato da un mulino ad acqua.
Indirizzo: via Cannetolo - Ortonovo, località Casano

Powered by Graphite